Close

XIX TROFEO BAREZZI – GRANDE PROVA DI SQUADRA

In un clima che ricordava le migliori edizioni di “Adèsi in t’la fùmèra”, si è svolto il XIX Trofeo Barezzi, sul percorso ormai entrato nella dicitura comune come “Mezza delle Nutrie”, per ricordare le abituali abitanti della campagna e dei canali circostanti la zona dello SPIP, ove si sviluppava la parte centrale della gara.

Un folto numero di Manarini si è presentato nella fredda e nebbiosa mattinata in Via Benedetta presso la sede AVIS, favorito dal fatto che si svolgeva anche la concomitante marcia FIASP, per cui alla fine dei conti abbiamo guadagnato il premio come gruppo più numeroso, mettendo in fila dietro a noi tutte le altre squadre.

La camminata non competitiva è partita come sempre in anticipo rispetto alla gara, vista la ormai imperante moda del non rispetto degli orari dichiarati sul volantino, ma tant’è, ormai non ce n’è una in cui la partenza dei marciatori sia sincrona e precisa… pazienza!!!

Nella 24^ prova del Campionato FIDAL, i nostri atleti hanno offerto prestazioni di tutto rispetto, considerando il clima ed il già citato percorso non proprio ricco di panorami stimolanti e con un doppio passaggio sullo stesso cavalcavia sia all’andata che al ritorno.

I primi a tagliare il traguardo tra i nostri uomini sono stati Filippo Sicuri (43° in 1h 25’ 28”), Nicola Alinovi (45° in 1h 25’ 26”) ed Emilio Buratti (47° in 1h 26’ 31”), seguiti a poche posizioni da Marco Abbruzzese (che ha vinto la “sfida” lanciata al mitico Patrich PK Tognoni), Mattia Carlini, Domenico Inzaina ed appunto lo “sfidante sconfitto”  Patrich Tognoni, molto più a suo agio tra i monti che in mezzo alle nutrie.

A completare il quadro dei primi, ancora sotto l’ora e quaranta, Rosario Giacobbe, Matteo Campanini e  Damiano Baldinotti.

A precedere Damiano, ecco la nostra prima donna, Mara Fagandini (164^ e 1^ di categoria in 1h 39’ 11”), a poco più di due minuti segue con un’ottima prova Erida Elezi (185^ e 4^ di categoria) e subito dietro Francesca Giuffredi (188^ ed 8^ di categoria).

Da elogiare però la grandissima prova di carattere delle nostre Manarine, molte delle quali hanno festeggiato il personale, Barbara Biondini per prima (1h 44’ 25”), con una gara caparbia e misurata, affiancata dal mitico “GIGIO” Lida Tanzi che non ha mollato un attimo Barbara nella sua ottima prova.

Bravissime appena dietro Barbara, la sempre sorridente Ilaria Tassoni, una tenace Giorgia Frigeri ed una Novella Baldini al suo esordio sulla distanza della Mezza, superato un piccolo momento di sconforto (come detto poi il panorama non stimolava molto…) il nostro trio ha terminato la gara in progressione, centrando per tutte l’obiettivo del personale.

Per concludere, ricordiamo il bell’arrivo di quello che possiamo definire il “SETTE-AZZURRO” composto dai fratelli Carta, Silvia Bocchi, Benedetta Cioce, i due Luca, Vezzi e Martinelli ed appena dietro Lucia Duraccio, che hanno “colorato” di azzurro il rettilineo finale e non dimentichiamo le prove generose e caparbie di Barbara “Bell” Belocchio, Olivia Biondini e Margherita Grossi che hanno lasciato l’ultimo posto ad una avversaria “quadrifoglina”.

Obiettivo centrato pienamente con un bottino di punti che ci fa ben sperare in vista dell’ultima fatica alla NOVEMBER PORC del 25 Novembre….forza allora ed Alé Alé Alé Manarine Alé!!!!

Aggiungiamo stavolta un ricco contributo fotografico… credits Graziano Berti, per l’occasione in bicicletta!